Social e Photo Booth: perché sì

//Social e Photo Booth: perché sì

Social e Photo Booth: perché sì

Cari amici, ormai avrete imparato a conoscere gli ampi orizzonti di Funny Booth. Vi abbiamo presentato più e più volte affascinanti location e avrete letto anche all’interno dei nostri articoli di brand famosi come Ferrero, Peugeot e Calvin Klein.

Ma, vi siete mai chiesti come siamo riusciti ad arrivare a lavorare per loro? Vi posso assicurare che un importante ingrediente della nostra ricetta è il marketing sui social.

[responsive]Social e Photo Booth: perché sì- Photo Booth marketing sui social[/responsive]

Ed è proprio il mondo dei social che ci ha richiesto il noleggio di un totem photo booth: siamo stati contattati niente po po di meno che da GT Idea per SEMrush (quest’ultimi fra i leader nel mondo del web marketing con sede negli Stati Uniti e con diverse filiali in Europa).

Occupandosi di strategie web, analytics, advertising, parole chiave e chi più ne ha più ne metta, questa azienda non si può certo esimere dall’organizzare webinar e convention.

Infatti, ecco GT Idea e SEMrush a Bologna con il loro fittissimo programma di Social Media Strategies! In tre sale si sono alternati incontri tenuti da professionisti di settore sui vari argomenti, proprio come i social media, passando per Facebook, da Instagram a Pinterest, fino a Linkedin e Tumblr. Senza dimenticare Twitter, Google+ e Reddit!

[responsive]Social e Photo Booth: perché sì- Photo Booth marketing sui social[/responsive]

[responsive]Social e Photo Booth: perché sì- Photo Booth marketing sui social[/responsive]

[responsive]Social e Photo Booth: perché sì- Photo Booth marketing sui social[/responsive]

[responsive]Social e Photo Booth: perché sì- Photo Booth marketing sui social[/responsive]

[responsive]Social e Photo Booth: perché sì- Photo Booth marketing sui social[/responsive]

[responsive]Social e Photo Booth: perché sì- Photo Booth marketing sui social[/responsive]

Photo booth marketing sui social?

La grande peculiarità di Funny Booth durante questi eventi, è la possibilità di condividere in tempo reale le foto su Facebook e di inviarle all’indirizzo eMail dell’utente, creando così un ricco database da sfruttare per la newsletter.

Tecnicismi a parte, ecco quel tocco di divertimento che, come ormai ben sapete, è alla base della nostra attività. Ecco alcune testimonianze…

[responsive]Social e Photo Booth: perché sì- Photo Booth marketing sui social[/responsive]

[responsive]Social e Photo Booth: perché sì- Photo Booth marketing sui social[/responsive]

[responsive]Social e Photo Booth: perché sì- Photo Booth marketing sui social[/responsive]

Tornando ai social, è inutile negare l’utilità di quello che ormai è divenuta una rivoluzione digitale mondiale, e Funny Booth, nascendo proprio nell’epoca dei social, li ha “sfruttati” a proprio favore.

Seguendoli da vicino infatti, mi sento in dovere, cari amici, di darvi un consiglio spassionato: state bene attenti a non lanciare post “selvaggi” sui social ma agite con una programmazione e, se vi è possibile, fatevi dare qualche consiglio da chi di linguaggio web ne sa qualcosa.

Ad oggi, infatti, Funny Booth deve la sua crescita a due professionisti che ringrazio personalmente per la loro serietà e flessibilità. Non dev’essere semplice per loro gestire i contenuti di un progetto così nuovo e sempre in evoluzione. Un grazie quindi a Rebecca Riparbelli e ad Alessandro Pozzetti.

[responsive]Social e Photo Booth: perché sì- Photo Booth marketing sui social[/responsive]

E complimenti a SEMrush per la pagina Facebook arricchita (anche) dalle nostre fototessere, stampate dal nostro photo booth  😉

By | 2015-10-30T10:25:26+00:00 ottobre 27th, 2015|Senza categoria|0 Comments

About the Author:

Ciao, sono Federica Tavella! Da sempre ho amato osservare “il mondo” attraverso l’obiettivo della macchina fotografica, per fermare l’immagine che più mi emoziona. Tra i vari viaggi realizzati per raccogliere reportage fotografici, uno in particolare mi ha suggerito quella che ora è diventata un’attività: il Photo Booth Funny.

Leave A Comment